Di scucire davvero. No Cie.

bocchecucite

Di scucire davvero 

Dignità al limite
mi cucio sulla bocca:

Cucirmi la bocca col filo
per pungerti 
negli occhi
questa mia unica 
vita
così insopportabile

A Roma - Ponte Galeria -,
e in altri inverosimili ponti 
del paese,
per legge
un centro ti accerta:
si chiede
chi sei.

Per poi respingerti
- per legge -
oltre la frontiera.

Oltre lo stivale 
ipocrita
razzista
che pensa di pulirsi
scaricando il getto delle pompe
su uomini spersi
in nuda fila,
Intanto reclusi come 
per reato.

Al tuo ultimo
sbadiglio, ti saluto così, 2013:
unendomi ancora 
a chi chiede 
di nuovo
di abolire leggi sbagliate
Di chiudere con l'inciviltà.

Di scucire davvero 
dalle carni
quel filo:
e ridare terra alla speranza,
Che siamo fatti di orizzonti 
veri

TIZIANA ALTEA

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: