Scafisti Everywhere

 

 

se-l-acqua-e-la-terra-sono-invertiti

Lo scafista è il nuovo nemico. Tutto dipende da lui, è lui che carica i barconi, è lui che li fa affondare è lui che gestisce il traffico dei richiedenti asilo dall’Africa Sub-sahariana alle coste del Magreb. E’ lui ed è tutta colpa sua. La soluzione? Fermare gli scafisti per fermare l’esodo e le stragi. La soluzione della comunità internazionale sembra essere questa l’hanno trovata e l’attueranno, sofisticati sistemi di intelligence e droni pronti a distruggere le imbarcazioni pronte a salpare.

Ma la cosa strana è che nessuno si è chiesto come sia possibile fermare un continente che si muove arrestando qualche centinaio di malavitosi. E’ un pò come se pensassero di fermare il traffico di cocaina internazionale arrestando i pusher che vendono le buste in piazza. In fondo c’è la necessità di un capro espiatorio comodo.Un tappeto sotto il quale nascondere la polvere di una comunità internazionale che ha inventato il diritto di asilo, ma che ora ha paura di attuarlo fino in fondo perchè pressata da un’opinione pubblica xenofoba che vede nell’immigrato e nel rifugiato un parassita pronto a rubare pezzi di welfare a degli autoctoni sempre più disoccupati.

Nessuno poi pensa che dietro alla gestione criminale dei flussi migratori ci sono delle persone, con delle speranze e degli obiettivi o senza speranze . Guardiamola dal punto di vista di una persona che fugge da un conflitto.

“Sono Saidu, la mia casa è stata bruciata dai ribelli, loro mi cercano, cercano me e la mia famiglia. Ho un fratello in Danimarca che è partito qualche hanno fa, lo voglio raggiungere. Come posso fare?

Mi incammino, fuggo dal mio villaggio insieme a altre migliaia di persone, raggiungo la capitale. Mi rivolgo all’ambasciata Danese, non mi fanno entrare. Il mio passaporto non permette di raggiungere l’europa in nessun modo. Non ho più una casa, ho solo la speranza di raggiungere un luogo sicuro. Sento mio fratello mi faccio mandare dei soldi. Delle persone mi hanno detto che per 3000 euro mi faranno raggiungere l’Europa, conosco bene quali sono i rischi, ma non ho alternative, qui non ho più niente, mi cercano ho paura devo andare via.

Hanno comprato la mia speranza. Accetto di partire.”

Questo fannoi trafficanti, comprano speranze. Perchè il mercato delle certezze è finito, le organizzazioni internazionali e gli stati di arrivo non ne forniscono, giusto se riesci a sopravvivere alla tua odissea personale e a raggiungere in qualche modo il confine, allora da quel momento, loro malgrado, un pò schifati iniziano ad occuparsi di te.

Tutto questo per sottolineare che gli scafisti sono solo l’ultima ruota di un carro che viaggia sospinto dalle mancanze di una politica internazionale che ha inventato il diritto di asilo, ma che ora cerca di tenere i potenziali rifugiati il più lontano possibile dai propri confini. Vedi Frontex vedi Triton, sistemi di sicurezza non di accoglienza. Proteggere le frontiere dai barbari e piangere su FB le disgrazie.

come poteva andare a Saidu.

“Fuggo dal mio villaggio, rieco a raggiungere la capitale. Mi rivolgo all’ambasciata Danese, mi fanno entrare, ascoltano la mia storia di persecuzione, vengo riconosiuto come rifugiato politico. Gli parlo di mio fratello che vive a Copenaghen da anni, prendo un aereo e con la mia famiglia lo raggiungo. Forse un giorno tornerò al mio paese.”

CREARE CANALI UMANITARI, TUTELARE IL DIRITTO DI ASILO, ARRESTARE I TRAFFICANTI

 

L.M.

 

 

One Response to Scafisti Everywhere

  1. pinuccia gianotti scrive:

    grazie luca. Non ne posso più di sentire dire che il problema sono gli scafisti, che il problema è fermare le partenze. IL PROBLEMA E’ LA LIBERTA’ DI MOVIMENTO DELLE PERSONE CHE DEVE VALERE PER TUTTI E TUTTE, NON SOLO PER NOI RICCHI. IL PROBLEMA SONO LE GUERRE CHE ABBIAMO FATTO IN AFRICA E IN ASIA, SONO I TAGLIAGOLE CHE ARMIAMO E ADDESTRIAMO NOI. Canali umanitari e diritto d’asilo, come per i boat people dal vietnam.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: