Bufale in Gioco – Foto e Manuale di Sopravvivenza

Alcune immagini dell’iniziativa di ieri.

Il gioco non lo pubblichiamo ancora che sicuro lo rifacciamo e non vale se sapete già le risposte.

Per ora accontentatevi di questo manuale di sopravvivenza per sfatare le 5 Bufale più becere che girano di questi tempi.

Alla Prossima!!

manuale

 

WP_20141202_18_45_07_Pro WP_20141202_18_52_20_Pro WP_20141202_18_52_40_Pro WP_20141202_18_26_59_Pro WP_20141202_005 WP_20141202_006

Annunci

La Madre di tutti i Mali

Immagine

Quello che vedete qui sopra e che vi invito a leggere attentamente è un documento della Questura indirizzato ad un cittadino.

Ora chi sarà il sign. X a cui è indirizzato e che con il suo comportamento illecito pregiudica le risorse del nostro paese, altera il debito pubblico e la bilancia di equità del sistema tributario?

Un evasore totale?

Il dirigente di una ditta che ha sottratto milioni al fisco italiano?

L’ AD di qualche azienda con falsa ragione sociale in Lussemburgo?

Il falso proprietario di uno Yacht affittato in nero a Montecarlo?

Satana?

No, molto probabilmente delle persone menzionate qui sopra se ne parla sui giornali di gossip o come ultima notizia del TG Tetteeculi di turno.

La lettera, che è un rigetto di carta di soggiorno ( provvedimento con il quale viene ritirato il permesso di soggiorno a un lavoratore extracomunitario e comunicata l’espulsione dal nostro paese ) è indirizzata al sign. D e a sua moglie, anzi in realtà le ricadute più importanti le avrà sulla vita delle loro due bime di 8 e 5 anni.

Chi è il sign. D.

D. è di origine marocchina, in Italia ormai da circa 15 anni. Vive e lavora nel nostro paese ininterrottamente per quasi 13 anni della sua vita.

Nel 2009 succede qualcosa, la ditta chiude e rimane a casa. Questo ” qualcosa” dal 2009 è successo a qualche centinaio di migliaia di lavoratori, italiani e non, presenti nel nostro paese: fallimenti, delocalizzazioni, chiusure, esuberi. L’hanno definita la crisi occupazionale peggiore dal 1929. Quindi non è che dipende da D. ecco, sciuramente non da lui.

D. non si affligge e cerca di barcamenarsi in qualche modo, apre una piccola attività di edilizia ( imbianchino ) per pochi mesi e si arrangia  tra un lavoretto  e l’altro, frequenta corsi di formazione, ma purtroppo non riesce a trovare nulla. Qualcosa deve pur fare, non può aspettare le false promesse di datori di lavoro che dopo mesi di “messa in prova” parlano di assunzioni regolari, mai pervenute.

Per un pò di tempo va avanti così, ci sono le bimbe, devono andare a scuola, mangiare, vestirsi. I servizi sociali del Comune gli danno una mano.

Fino a quando non deve rinnovare il permesso di soggiorno di sua moglie. Ed è a quel punto che gli viene consegnata la lettera.

Le forze dell’ordine si scagliano convinte contro la madre di tutti i mali, contro l’evasione fiscale portata avanti da D. negli ultimi 3 anni.

Adesso, preso atto che si tratta solo di un’ipotesi, perchè per quanto ne sa la polizia, che non vive a casa del destinatario della lettera e non accompagna sua moglie a fare la spesa al discount,  il sign.D potrebbe avere un fratello multimilionario in Francia che in questi due anni lo ha mantenuto iniettando indirettamente capitale nella fiacca economia del nostro paese.

Ma anche se l’ipotesi fosse reale e D. abbia effettivamente lavorato in nero  per qualche tempo ( ovviamente contro la sua volontà ), quanto potrà mai aver inciso sul bilancio nazionale?

5.000 di contributi INPS non pagati?10.000?

Ecco per questa cifra D e la sua famiglia di 4 persone potrebbero essere rispediti in Marocco contro la propria volontà.

Le bimbe ormai perfettamente inserite, proprio all’inizio del percorso scolastico dovranno tornare in un paese di cui ignorano persino la lingua.

 

Qui sotto vi incollo un pò di notizie riguardanti reati di evasione fiscale in Italia solo nell’ultimo mese:

 

Screenshot_1

 

Screenshot_2

Screenshot_3

 

Ecco.. non credo di dover aggiungere altro.

 

PERMESSO DI SOGGIORNO UE per rifugiati e titolari di prot. Sussidiaria

Il 24 febbraio scorso è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo 13 febbraio 2014 n. 12 che recepisce la Direttiva 2011/51/UE.

La direttiva contiene delle novità per i titolare di protezione sussidiaria e i rifugiati politici. In particolare per quanto riguarda l’accesso al permesso di soggiorno UE ( ex carta di soggiorno ) , mentre prima era necessaria la conversione in lavoro subordinato prima di poter effettuare la richiesta , ora è possibile richiedere la carta direttamente dal permesso per asilo politico o protezione sussidiaria. I requisiti:

– Il requisito del reddito viene richiesto al pari delle altre tipologie di permesso

Non viene riechiesta l’idoneità alloggiativa

Non viene richiesto superamento del test di lingua italiana

– Il requisito dei 5 anni viene richiesto a partire dalla PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA PER LA PROTEZIONE INTERNAZIONALE.

– La richiesta è esente dal pagamento della tassa sul rinnovo ( il bollettino sarà di 27,50 euro )

 

Area Migranti

 

 

NEWSLETTER DICEMBRE 2013 – Area Migranti CGIL Monza

image001

 

AUMENTO MARCA DA BOLLO

La L. 71/2013 (di conversione del DL 43/2013), all’art. 7bis c. 3 prevede che a decorrere dall’entrata in vigore della legge, le misure dell’imposta di bollo passano da 1,81 € a 2,00 €, e da € 14,62 a € 16,00. La legge è stata pubblicata nella GU del 25 giugno, e pertanto è in vigore da ieri.

Questo significa che gli stranieri, per presentare le domande di rinnovo o rilascio dei permessi di soggiorno, dovranno sostenere un ulteriore aumento dei costi a causa della modifica degli importi della marca da bollo, che come già detto, passa da 14,62 Euro a 16,00 euro.

Anche se sulla modulistica è ancora indicato il vecchio importo ( 14,62 euro ) per poter inviare la richiesta di rilascio/rinnovo o per la richiesta di ricongiungimento familiare sarà necessaria la nuova imposta di bollo da 16 Euro. L’ennesimo aumento che va incidere purtroppo anche sul rinnovo dei titoli di soggiorno.

Area Migranti

 

 

NUOVE APERTURE SPORTELLO – CARNATE e LIMBIATE

NUOVEAPERTURE

MIGRANTINEWS MARZO 2013

E’ uscita la Newsletter di Marzo dell’Area Migranti CGIL di Monza.

BUONA LETTURA!

 migrantimarzo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: