SANATORIA 2012- ULTIME NEWS –

Il decreto è stato già approvato e pubblicato a inizio mese , da domani 15/09/2012 sarà attivo il modulo telematico per le richieste di emersione al sito https://nullaostalavoro.interno.it .

Di seguito trovate le indicazioni rispetto ai requisiti del datore di lavoro e del lavoratore per poter accedere alla procedura.

Visto che rimangono ancora molti punti “oscuri” nel decreto, è probabile che ci siano cambiamenti rispetto alle interpretazioni in base alle indicazioni che arriveranno dal ministero dell’Interno.

Quando inoltrare la richiesta : dal 15 settembre 2012 al 15 ottobre 2012

Chi può fare la dichiarazione: i datori di lavoro cittadini italiani, comunitari o extracomunitari con Permesso di Soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (Carta di Soggiorno)

  • Quale lavoro: rapporto di lavoro dipendente di qualsiasi settore, a tempo pieno (lavoro domestico: anche tempo parziale). Il rapporto di lavoro deve essere iniziato almeno dal 9 maggio 2012
  • Requisiti di reddito minimo imponibile del datore di lavoro: per il lavoro subordinato: 30.000 € annuo. Per il lavoro domestico:
    • 20.000 nel caso in cui il datore di lavoro sia l’unico percettore di reddito , indipendentemente dai familiari conviventi 
    • 27.000 se nucleo familiare con piu’ soggetti conviventi (sono cumulabili i redditi di coniuge e parenti entro il 2° grado anche se non conviventi coniuge,padre/madre, fratello/sorella).
    • Datore di lavoro persona non autosufficiente o portatrice di handicap non è richiesto il reddito
  • Requisiti del lavoratore irregolare: necessita di passaporto o documento equipollente , al momento della convocazione in Prefettura dovrà provare con un documento pubblico di essere presente in Italia almeno dal 31/12/2011
  • Quanto costa: il datore di lavoro dovrà pagare la somma di 1.000 € prima della presentazione della domanda telematica ( tramite modello F24). Prima della convocazione presso la prefettura deve versare i contributi relativi al periodo di lavoro precedente.
  • Sono esclusi i datori di lavoro: condannati per tratta o sfruttamento di prostituzione e minori, per aver dato lavoro a immigrati irregolari, per caporalato, per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e i datori di lavoro che non hanno partecipato, ma non hanno concluso la sanatoria del 2009.
  • Sono esclusi I LAVORATORI : espulsi per di ordine pubblico o sicurezza dello Stato, condannati per i reati ex art. 380 CCP, segnalati come “non ammissibili” in Italia, considerati minaccia per l’ordine pubblico o la sicurezza nell’area Schengen.

    Come ci siamo organizzati per poter garantire il massimo della tutela ai lavoratori che parteciperanno alla regolarizzazione

    Per la CGIL di Monza si occuperanno della sanatoria l’associazione DIRITTI INSIEME e il Patronato Inca.

    E’ possibile prenotare l’appuntamento per una consulenza da parte dell’associazione DIRITTI INSIEME, se verranno giudicati sufficienti i requisiti di reddito e documentazione sarà l’associazione a prenotare un appuntamento per l’invio della Pratica al Patronato.

     E’ATTIVO UN UFFICIO DEDICATO PRESSO LA CAMERA DEL LAVORO DI MONZA

    ( VIA PREMUDA,17 ) CON I SEGUENTI ORARI:

     

    LUN/VEN : 9.00/12.30 E 14.30/18.00

    da settimana prossima compatibilmente con l’afflusso di utenza sara’ attivo il numero di telefono per poter prenotare le consulenze

    TEL. 039/2731243

     VOLANTINO

Annunci

TASSA SUL PERMESSO- SCHEMA RIASSUNTIVO

 IL PATRONATO INCA CGIL    PRESETERA’ RICORSO CONTRO L’INTRODUZIONE DELLA TASSA SUL RINNOVO DEL PERMESSO DI SOGGIORNO.

IN ATTESA DELLA DECISIONE pubblichiamo un’ utilissimo schema riguardo ai contribuiti del nuovo decreto relativi al rinnovo dei titoli di soggiorno fornito dall’ Inca Nazionale.

ESENTI:

  •   i minori di anni 18
  •  i figli minori anche del coniuge o nati fuori del matrimonio, purché non coniugati
  • coloro che hanno un permesso per cure mediche “puro” cioè coloro che fanno ingresso ai sensi dell’art. 36 c. 1 del TU. Fra questi non rientrano pertanto gli stranieri in possesso di permesso per cure mediche (madre e padre) per nascita figlio
  • gli stranieri che richiedono il rilascio o il rinnovo del permesso per richiesta asilo, per asilo politico, per protezione sussidiaria, per motivi umanitari
  • i richiedenti l’aggiornamento del permesso di soggiorno/CARTA DI SOGGIORNO
  • i richiedenti la conversione di un titolo in corso di validità
  • sono inoltre ovviamente esclusi i familiari di cittadini comunitari che otterranno un permesso di soggiorno in base al Decreto Legislativo 30/2007

€ 80,00 – Pertanto versamento c/c di € 107,50 + € 30,00 raccomandata + € 14,62 marca da bollo, per un totale di
€ 152,12 nei casi di permessi di soggiorno superiori a tre mesi ed inferiori o pari ad 1 anno

  •  attesa occupazione
  •  lavoro subordinato e art. 27 con contratto a tempo determinato
  •  lavoro stagionale nei casi di contratti superiori a tre mesi
  •  studio, volontariato, ricerca scientifica se programma ricerca inf. o pari a 1 anno
  •  missione
  •  famiglia (sia primo rilascio che rinnovo) se il richiedente avrà un permesso fino ad 1 anno
  •  cure mediche per il periodo della gravidanza e successivamente per gli ulteriori 6 mesi dalla nascita del bambino
  •  duplicato, se il periodo di residua validità del permesso smarrito è inferiore o pari ad 1 anno
  •  attesa riacquisto cittadinanza

€ 100,00 – Pertanto versamento c/c di € 127,50 + € 30,00 raccomandata + € 14,62 marca da bollo, per un totale di
€ 172,12 nei casi di permessi di soggiorno superiori ad 1 anno

  •  Lavoro subordinato e art. 27 (per contratti a tempo indeterminato)
  •  famiglia (sia primo permesso che rinnovo) se il richiedente avrà permesso superiore ad 1 anno
  •  Lavoro autonomo
  •  Motivi religiosi
  •  Residenza elettiva
  •  Ricerca scientifica se programma ricerca superiore ad 1 anno
  •  Apolide
  •  Duplicato, se il periodo di residua validità del permesso smarrito è superiore ad 1 anno

€ 200,00 – Pertanto versamento c/c di € 227,50 + € 30,00 raccomandata + € 14,62 marca da bollo, per un totale di
€ 272,12 nei casi di permessi superiori a due anni
– permessi di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo
– permessi art. 27 c. 1 lett. a relativi a dirigenti o personale altamente specializzato di società aventi sede o filiali in Italia

 

Sono già previste modalità di rimborso o integrazione del contributo nei casi in cui la durata del permesso di soggiorno non sia corrispondente  all’importo pagato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: